fbpx
Sicilia-sud-Orientale-Ortigia

La Sicilia Sud Orientale: come visitarla in un giorno

Se sei qui, sarai interessato a visitare la Sicilia Sud Orientale. Questa è la mia idea per scoprirla in un giorno: da Siracusa ed Ortigia, passando per Noto, fino al piccolo paesino di pescatori, Marzamemi. Un itinerario pieno di barocco, tradizione, mare e, non ultimo per importanza, CIBO ( ricorda che in Sicilia non si smette mai di mangiare!)

Sicilia-sud-orientale

So che tralascerò qualche informazione importante; la mia è solo un’idea di tour “superficiale”, ma perfetto per un giorno. Puoi, comunque, prendere spunto dalla mia guida e visitare ogni giorno una località diversa, approfondendo sempre di più la conoscenza della Sicilia Sud Orientale. 
Ho deciso di dedicare ad un altro articolo l’itinerario del triangolo barocco, Ragusa Modica e Scicli, stupendi borghi della Sicilia Orientale.
Qui ti guiderò lungo la costa dello Ionio.

Metti in moto e via..

SIRACUSA ED ORTIGIA: tra storia greca ed eleganza

La gita inizia al mattino, approfitta del freschetto mattutino per visitare subito il Parco Archeologico della Neapolis. L’attrazione più interessante è sicuramente il teatro greco. A Maggio e Giugno viene utilizzato anche per le bellissime tragedie greche, che si svolgono al tramonto.
Il Parco non finisce qui: all’interno puoi visitare l’orecchio di Dionisio, una grotta naturale scavata nella roccia, con un eco quasi surreale; e l’anfiteatro Romano, il terzo più grande in Europa.

Ora è tempo per il centro storico, la perla di Siracusa, Ortigia. Un piccolo isolotto collegato da due ponti alla città che offre tanti ristoranti, attrazioni e romanticismo, ve ne innamorerete! Questo gioiellino è il cuore di tutta la città di Siracusa, che si lascia invece apprezzare meno.
Nel mio tour di un giorno vi consiglio quindi di andare subito qui.

Sicilia-sud-Orientale-Ortigia

La gita parte dal Parcheggio Talete, dove puoi parcheggiare la tua auto per visitare l’isola a piedi: il ticket costa € 0,50 per la prima ora, € 1,00 le successive. 
Approfitta della vicinanza per visitare subito il mercato antico della città, pieno di profumi e colori tradizionali della Sicilia. Ai miei ospiti consiglio sempre di prenotare prima i panini da Borderi, un caseificio famosissimo in cui potrete spendere poco e mangiare benissimo. Prenotandoli per le 13.00/13.30 hai tempo per visitare tutta l’isola. Il miglior modo per visitare Ortigia è passeggiare: dal Duomo,  passando per il Castello di Maniace nella punta dell’isola, alla Fonte Aretusa.
La visita di tutta l’isola richiede 1/2 ore, se scegli di non entrare nei musei. Io ti consiglio assolutamente di visitare la Cattedrale e la Chiesa di Santa Lucia alla badia, con il suo magnifico Caravaggio all’interno.

Terminato il giro, se hai prenotato da Borderi i panini, è tempo di un bel pranzo con vista mare. Altrimenti hai una scelta di ristorantini di pesce (occhio ai prezzi!).

NOTO: capitale europea del barocco

Pochi chilometri più a Sud, la cittadina di Noto è uno dei luoghi da non perdere durante il vostro tour della Sicilia Sud Orientale. Definita “giardino di pietra” da Cesare Brandi, e considerata come la “capitale del Barocco siciliana”, è stato inserita nella lista del Patrimonio dell’UNESCO. 
Il tramonto la rende ancora più magica e la colorano di rosa; segui Il corso Vittorio Emanuele e goditi alcuni dei migliori edifici barocchi della Sicilia. Dalla Porta Reale, l’ingresso simbolico a Noto, prosegui verso l’imponente Cattedrale Di san Nicolò, il Duomo che domina il centro della città , fino alla più piccola Chiesa di San Carlo, che con il suo campanile visitabile (prezzo del biglietto € 2,00) offre una vista ancora più particolare del Duomo e della città.
Puoi concludere la tua gita al Caffè Sicilia, un simbolo da oltre 100 anni della cultura e della pasticceria siciliana: non ti aspettare un locale elegante e alla moda, ti basta assaggiare una delle sue specialità (tra le quali gelato alla ricotta, cassata, cannolo, granite) per vivere una vera esperienza gourmet al top.

Oltre ad essere la Capitale del Barocco, Noto è famosa per uno degli eventi più folcloristici ed artistici della Sicilia, l’Infiorata, un tripudio di colori che rende ancora più magica la città. 
L’evento si svolge durante la terza domenica del mese di Maggio, come un vero e proprio “saluto alla Primavera”, ma inizia già qualche giorno prima, quando gli artisti iniziano a realizzare le proprie composizioni floreali. Se scegli di venire a maggio in Sicilia, non puoi perdertelo!

MARZAMEMI: il gioiellino della Sicilia Sud Orientale

Ecco la ciliegina sulla torta, Marzamemi, un piccolo borgo marinaro interamente pedonale, che di barocco non ha nulla, ma l’atmosfera rilassata che si respira, i colori accesi che la decorano, le piccole casette super “fotogeniche”  lo rendono unico.
Dalla piazza perdendosi nei vicoletti che circondano la città puoi ammirare le piccole casette dei pescatori che hanno reso questo piccolo borgo uno dei più celebri al mondo.

E’ anche uno dei luoghi più frequentati durante le stagioni estive, motivo per cui ti do un mio piccolo consiglio per dove cenare, senza rimanere deluso: Campisi è un must quando si è a Marzamemi, prenota in anticipo per assicurarti un tavolo senza problemi!  Ti do una piccola idea del posto: in riva al mare, sulla sabbia, con il suono delle onde come sottofondo, qualità ottima, e prezzi contenuti rispetto agli altri ristoranti della zona! Che aspetti?

VENDICARI: le migliori spiagge della Sicilia Sud Orientale

La tua giornata è conclusa, ma se cerchi un po’ di relax puoi scegliere di dedicare uno dei tuoi giorni di vacanza al mare.
Oltre ad essere rinomata per le sue città barocche, la Sicilia Sud Orientale è meta turistica anche per le bellissime spiagge nella Riserva di Vendicari. La più famosa è la Spiaggia Calamosche, una piccola caletta quasi caraibica (soprattutto nelle prime ore del mattino, quando è meno affollata). La spiaggia ha un ingresso dedicato, c’è un po’ di strada da fare a piedi, circa 1km, ma ne vale davvero la pena.

Appena fuori dalla Riserva di Vendicari, si trova la spiaggia di San Lorenzo, una serie di insenature di roccia e sabbia bianchissima con un mare cristallino. Ci sono diverse vie che collegano la Strada Provinciale 19 al mare, ti consiglio di prendere la Nona Strada, dove potrai facilmente parcheggiare, e rilassarti nella spiaggia lì vicino, secondo me, la migliore!